Il 3/12 la giornata internazionale persone con disabilità

Gianni Lacorazza
Total
0
Shares

Santarsiero, Bochicchio, Napoli e Lacorazza hanno illustrato ai giornalisti il programma degli eventi del 3 e del 20 dicembre, promossi in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale, con l’Osservatorio regionale e le associazioni che ne fanno parte

La Giornata internazionale delle persone con disabilità è stata istituita nel 1981 per promuovere una più diffusa e approfondita conoscenza sui temi della disabilità, per sostenere la piena inclusione delle persone con disabilità in ogni ambito della vita e per allontanare ogni forma di discriminazione e violenza. Dal luglio del 1993, il 3 dicembre è diventato anche Giornata europea delle persone con disabilità, come voluto dalla Commissione europea, in accordo con le Nazioni Unite.

Anche a Potenza, su iniziativa del Consiglio regionale della Basilicata, in collaborazione con  l’Ufficio scolastico regionale, con l’Osservatorio regionale sulla disabilità e le associazioni che ne fanno parte,  il 3 dicembre sarà celebrata questa giornata.

L’iniziativa è stata presentata nel corso di una conferenza stampa dal presidente dell’Assemblea, Vito Santarsiero, dai vice presidenti Antonio Bochicchio e Michele Napoli, dal consigliere regionale Piero Lacorazza e da Carmela De Vivo, presidente dell’associazione italiana persone down.

“Abbiamo voluto – ha detto Vito Santarsiero –  dare senso e sostanza alla giornata internazionale della disabilità. Con la legge regionale numero 10 del 2017 il Consiglio regionale ha fatto una scelta ben precisa indirizzando una parte significativa, il 30 per cento delle risorse derivanti dalla riduzione delle indennità dei consiglieri e dei vitalizi, proprio alla organizzazione di eventi per la giornata mondiale della disabilità. Abbiamo bisogno di aprire – ha aggiunto – una nuova stagione sul tema della disabilità sia dal punto di vista culturale sia dal punto di vista delle azioni istituzionali. Ecco perché abbiamo deciso, insieme alle associazioni che fanno parte dell’Osservatorio regionale, di fare dell’evento un momento significativo di riflessione e di svolta. Vogliamo guardare al tema della disabilità con una visione di insieme. Ecco perché oltre alla giornata del 3 dicembre che vedrà la partecipazione dei ragazzi in una iniziativa che sarà anche di musica oltre che di discussione, lavoreremo nei giorni successivi con tutti i soggetti che hanno responsabilità nei vari campi per preparare un documento comune che possa rappresentare una sorta di linea guida, una traccia per il prossimo Consiglio regionale e sarà condiviso il 20 dicembre in occasione degli Stati generali sulla disabilità in Basilicata, con la partecipazione di esperti del mondo dell’associazionismo a partire dal presidente nazionale della Federazione italiana superamento handicap, per un confronto su dati numerici e spazi e possibilità di intervento per creare risposte concrete alle diverse problematiche che riguardano le persone con disabilità”.

Di “occasione importante che vede raccolte tutte le associazioni che sono direttamente interessate a questo tema così delicato” ha parlato il vice presidente Michele Napoli. “Accanto alla disabilità variegata che si porta dalla nascita – ha detto – c’è anche la disabilità che si incrocia nel corso della vita, che spesso passa inosservata come quella delle malattie rare. In Basilicata sono tantissime le persone affette da questa disabilità. La regione non è all’anno zero. Ha fatto molto in tema di disabilità istituendo il registro delle malattie rare. Auspico che ci sia un’attenzione sempre più costante da parte delle istituzioni, insieme alle associazioni, su questo tema”.

Carmela De Vivo, presidente dell’associazione italiana persone down e coordinatrice per l’occasione delle varie associazioni, ha ringraziato “il Consiglio regionale per la sensibilità dimostrata nel voler coinvolgere direttamente quanti vivono in prima persona ogni giorno la disabilità. L’idea di coinvolgere le scuole ci è piaciuta perché rispetto al tema della disabilità è necessario fare un grande cambio culturale. Le persone con disabilità sono prima persone e questo non ci deve portarle a catalogarle. È bene scalfire una serie di stereotipi e questo grazie ai ragazzi si può fare. Ci aspettiamo che da queste due giornate vengano fuori impegni concreti affinché  il percorso che si intraprende il 3 dicembre e che continuerà il 20 sia solo un primo passo”.

“Nel 2014 – ha detto il consigliere Piero Lacorazza – ad inizio legislatura fu approvata la legge che istituiva l’Osservatorio regionale per le persone con disabilità e con legge la Regione Basilicata ha aderito alla Convenzione Onu per le persone con disabilità. Facciamo in modo che dal 3 dicembre parta un appello anche simbolico a tutti i 131 comuni affinché aderiscano alla Convenzione Onu per le persone con disabilità proprio perché la delibera del Consiglio regionale impone una discussione e una sensibilità rivolta a una platea di tanti consiglieri comunali. Dobbiamo fare in modo che il tema della disabilità assuma la caratteristica della trasversalità e di una cultura nella macchina amministrativa perché in qualsiasi settore, dal lavoro al trasporto, bisogna predisporre nei programmi azioni rivolte anche alle persone con disabilità”.

Presente alla conferenza stampa anche il vice presidente del Consiglio Antonio Bochicchio che, nel ringraziare le associazioni che ogni giorno vivono accanto alle persone con disabilità, ha auspicato una sempre maggiore attenzione verso questo tema da parte delle Istituzioni.

E ringraziamenti al Consiglio sono venuti anche da Giuliana Lordi presidente della  associazione nazionale genitori soggetti autistici.

La manifestazione per la “Giornata internazionale delle persone con disabilità” si svolgerà il 3 dicembre 2018, a partire dalle ore 10,  presso il Centro per la Creatività Cecilia di Tito. In apertura un momento musicale con Déjà vu  di Mario Di Leo, seguirà l’intervento di Stefano Cesare Mele che si racconterà con il Cortometraggio “Libero”. Dopo i saluti del presidente del Consiglio regionale, Vito Santarsiero, previsto il gioco “Il Cervellone “  con le associazioni Aipd, Ala, Peter Pan, Hletteramuta, Zia Lisa, Uici, Angsa. Sarà il momento poi della testimonianza degli studenti presenti in rappresentanza degli istituti scolastici superiori di tutto il territorio regionale e del saluto in arte con il  liceo artistico e musicale Gropius di Potenza. La classe che risulterà vincitrice del gioco “Il Cervellone“ parteciperà alla cena al buio. Condurrà l’evento Tonino Centola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × cinque =

You May Also Like