INCENTIVI ALLE IMPRESE CHE ATTIVANO SMART WORKING E LAVORO AGILE

Gianni Lacorazza
Total
0
Shares

È necessario sostenere il lavoro, incentivare la creazione di nuova occupazione. Ma è necessario per la nostra regione sostenere la “permanenza”, il rapporto con i luoghi di origine e di residenza. Durante il periodo del Covid abbiamo capito che è possibile, si può vivere in Basilicata e lavorare per il mondo. E noi dobbiamo crederci perché in una regione con piccoli numeri, ogni incentivo alla “permanenza” e alla “dimora” può essere un argine alla spopolamento. In questo contesto è necessario riflettere in particolare sul lavoro agile e lo smart working, provando a trovare un punto di equilibrio tra diritti e produttività. E in particolare per le donne è necessario evitare che la casa sia un confort e non un prigione, e quindi sviluppare un contesto di servizi alla persona che ne riduca l’intensità del “carico” familiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 5 =

You May Also Like