Elezioni, Lacorazza: il lavoro priorità assoluta

Gianni Lacorazza
Total
0
Shares

Il consigliere regionale ha incontrato i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil per discutere il programma di “Basilicataprima” per la prossima legislatura

“Il lavoro è la priorità assoluta per dare un futuro alla Basilicata. Quello che c’è va difeso contrastando ogni tentativo di far pagare ai lavoratori la crisi e le scelte sbagliate del governo. Penso alla Fca e alle legittime preoccupazioni di questi giorni per la scelta di prorogare i contratti di solidarietà in un clima di incertezza fra Brexit, dazi, ecotassa e definizione delle linee di produzione per i nuovi modelli che è indispensabile per tornare alla saturazione produttiva dell’impianto. Per questo qualche settimana fa avevo chiesto all’assessore Cifarelli di avviare una iniziativa in sede di Conferenza delle Regioni per avere un incontro al Ministero dello sviluppo economico. Si tratta di governare con i sindacati e la Fca un passaggio molto delicato, con l’obiettivo di rimettere in asse le politiche industriali di un Paese e le scelte di conversione energetica ed ecologica. E il governo non può continuare a fare solo propaganda su questi temi”.

Lo ha dichiarato il consigliere regionale Piero Lacorazza che ha incontrato i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil per discutere il programma di “Basilicataprima” per la prossima legislatura.

“Il lavoro che non c’è – ha aggiunto Lacorazza – va creato lottando per l’autonomia e la sopravvivenza della Basilicata, conquistando cioè condizioni diverse per scuola, sanità, trasporti e altri servizi pubblici, che nelle aree interne non possono esistere con i parametri delle norme vigenti. E lavoro significa oggi in Basilicata evitare conflitti fra lavoro e ambiente, programmare un piano decennale per le infrastrutture, semplificare le procedure per le imprese. L’esempio di Matera 2019 ci dice che intorno a questo grande progetto culturale si può stabilmente radicare un’economia basata sull’innovazione, sul rapporto fra beni culturali, centri storici, enogastronomia, tipicità. Un’economia che deve coinvolgere i giovani e le loro rinnovate competenze. Basilicataprima è innanzitutto questo tentativo di riconnettere i giovani, i territori, il valoro, in un progetto di sviluppo per la Basilicata, che deve essere attento naturalmente anche alle politiche di contrasto alla povertà e di sostegno al ceto medio, associando a misure quali il reddito di inclusione e il reddito di cittadinanza un adeguato sistema di welfare e servizi per i cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − 5 =

You May Also Like