Lacorazza: Destra disarmata, Lega e M5S fanno già danni  

Gianni Lacorazza
Total
0
Shares

 

Per il consigliere regionale e candidato Presidente Regione Basilicata ecotassa, emendamento trivelle e impugnativa della legge sui rifiuti determinano impatti negativi per la Basilicata

“Prima l’ecotassa sulle auto, che potrebbe avere (speriamo di no, ma il pericolo c’è) un peso rilevante sul futuro dello stabilimento Fca di Melfi, dove per far rientrare al lavoro tutti gli operai è necessario avviare tutte le nuove linee produttive; poi l’emendamento bluff sulle trivelle, che non porta benefici alla Basilicata e rischia di prorogare le concessioni dell’Eni senza nessuna discussione con la Regione e i territori; e infine l’impugnativa della legge regionale sui rifiuti, che al di là degli aspetti relativi alle competenze di Stato e Regioni oggettivamente toglie il freno agli inceneritori che la Basilicata voleva imporre. Per non parlare del reddito di cittadinanza, che tante aspettative ha generato fra le persone escluse dal lavoro, lasciando senza risposta alcuni interrogativi: quali offerte di lavoro potranno fare i tutor entro poche settimane? A 100, a 250 chilometri? Insomma, mentre la destra in Basilicata appare disarmata, ed aspetta con il naso all’insù che da Arcore o da Palazzo Grazioli arrivi qualche notizia, il M5S già fa danni, determinando impatti negativi per la Basilicata. Possibile che anche destra non scatti l’orgoglio di determinare una decisione anche dal territorio? Possibile che Lega corresponsabile delle scelte su ecotassa, trivelle e rifiuti non abbia nulla da aggiungere o da rivendicare? Possibile che un civismo deluso dal centrosinistra sia così silente?

E’ quanto dichiara il consigliere regionale e candidato Presidente Regione Basilicata Piero Lacorazza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 3 =

You May Also Like