Petrolio. Istruttoria pubblica e referendum consultivo: il Consiglio regionale può avviare il percorso.

Gianni Lacorazza
Total
0
Shares

Istruttoria pubblica e referendum consultivo

Il Consiglio regionale può avviare il percorso.

Gli articoli 16 e 19 dello Statuto regionale possono essere attivati. C’è il tempo e la possibilità per farlo e per chiamare i cittadini a decidere.

Siamo ad un bivio della “storia petrolifera” lucana; in realtà per l’importanza dei giacimento è in gioco la strategia energetica dell’Italia.

In sintesi sono due le questioni.

1. Una istruttoria pubblica sugli accordi con le compagnie petrolifere (in particolare Total, visto l’imminente avvio della produzione)

2. Un referendum per definire la durata delle concessioni. Entro ottobre 2020 dovrà essere definito il PiTESAI (Piano per la Transizione Sostenibile Aree Idonee). Il Piano sarà costruito partendo da alcuni criteri in corso di definizione. Ma il nodo delle proroghe può e deve essere chiarito. Al 2030 Eni non riceverà più proroghe decennali? E Total dopo la concessione ventennale dovrà bloccarsi?

Per avere una idea riporto il testo del quesito sull’autonomia che la Regione Veneto ha sottoposto ai cittadini:
“Vuoi che alla Regione Veneto siano attribuite ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia?”

Penso che oggi il Consiglio regionale della Basilicata possa avviare il percorso che porti ad avere una posizione, come prevede la legge, per la definizione del PiTESAI.

√ Entro dicembre 2019 approvare le leggi che danno attuazione agli art. 16 e 19 dello Statuto regionale

√ Entro giugno 2020 consultazione popolare

√ Entro ottobre 2020 la Regione si esprime sul PiTESAI

Mi rendo conto della complessità costituzionale ed amministrativa ma forse può essere esperito ogni approfondimento e tentativo. D’altra parte anche l’iniziativa referendaria del 2015 promossa da dieci Regioni non fu semplice.

Un’idea da replicare anche in altre Regioni. Ancora una volta la Basilicata potrebbe guidare questa sfida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − quattordici =

You May Also Like